Le case d'asta in Italia nel 2019 | BOETTO

Dieci aste da dieci milioni

Nicoletta Spechel, amministratore delegato delle Aste di antiquariato Boetto
Michela Moro |

Genova. Le Aste di antiquariato Boetto nascono a Genova agli inizi degli anni Ottanta dalla collaborazione tra la marchesa Umberta Cattaneo e l’antiquario genovese Marco Capozzi. Si occupavano della vendita degli oggetti che le più importanti famiglie genovesi donavano alla associazione Auxilium. Con il passare degli anni si sono trasformate in una Srl che si occupava esclusivamente di vendite di beni di antiquariato. Alla metà degli anni Novanta nasce il Dipartimento di Arte Moderna e Contemporanea grazie alla collaborazione con Marco Canepa, successivamente si sono aggiunti il Dipartimento di Design, guidato da Sergio Montefusco, e via via tutti gli altri dipartimenti che spaziano dai Gioielli ai Vetri di Murano all’Arte Orientale. La parola a Nicoletta Spechel, amministratore delegato delle Aste di antiquariato Boetto.

Com’è andato il 2019, qual è la vostra previsione per il 2020?
Con un
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro