La testimonianza di cinque cucchiaini di caffè

La crisi dell’arte consiste nella sua astensione dalla vita: riediti i saggi di Edoardo Persico

Alessandra Ruffino |

Sotto il titolo Notizie dalla modernità, Aragno ha dato alle stampe una riedizione di tutte le opere di Edoardo Persico (1900-36). Se il curatore Giuseppe Lupo si è limitato a riprodurre, senza integrarlo o aggiornarlo, l’apparato di note di Giulia Veronesi (appendici e immagini escluse), editor nel 1964 di tutti gli scritti di Persico, la scelta da questi operata di presentare i testi in sequenza cronologica (nel ’64 erano raggruppati per temi), ha il merito di restituire al lavoro del critico il carattere di continuum tumultuoso ed eclettico. 

«Non esiste un solo Persico, ma una galleria multiforme di figure», nota Lupo tratteggiando la geo-biografia di un napoletano che va a Torino a far l’operaio alla Fiat (e nel mentre si dà un gran daffare nell’editoria e nello scouting artistico), quindi da lì a Milano, ove si mette alla guida della galleria Il Milione e di «Casabella», rivista dalle
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Alessandra Ruffino