Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

La staffetta di Christie's

La casa d'aste sposta i maggiori appuntamenti di giugno a New York a favore di una vendita «globale» a luglio

Zao Wou-Ki «21.10.63» (1963), particolare. Stima: oltre 10 milioni di dollari

Mentre la crisi da Coronavirus continua ad avanzare nel calendario del mercato dell'arte, Christie's ha eliminato le sue maggiori vendite serali di New York, già rinviate dalla fine di maggio alla settimana del 22 giugno, a favore di una vendita «relay» multi-location. «One: A Global Sale of the 20th Century» avrà luogo il 10 luglio a Hong Kong, Parigi, Londra e New York e proporrà insieme arte e design, impressionisti e moderni, postbellici e contemporanei.

Le quattro sessioni consecutive, a partire da Hong Kong, saranno tenute ciascuna da un banditore e trasmesse in streaming. Un portavoce di Christie ha dichiarato: «Il nuovo formato di relè sostituisce le vendite programmate per la settimana del 22 giugno e riteniamo che sia una soluzione innovativa e giusta per il momento. Coinvolgerà i nostri clienti a livello globale, offrendo un'esperienza dal vivo, ove possibile, e consentirà di massimizzare le nostre capacità online».

Considerata l'incertezza che ancora circonda l'allentamento dei blocchi a livello globale, questo formato ibrido «adattabile» sembra una mossa astuta. In una dichiarazione, Christies's ha affermato che ogni città «ospiterà una mostra pubblica di prevendita organizzata in linea con i consigli sanitari governativi» e che «gli offerenti saranno in grado di partecipare sia online, tramite il canale di offerte online Live di Christie, sia, laddove possibile, insala».

Giovanna Bertazzoni, copresidente del Dipartimento di Arte impressionista e moderna, ha dichiarato: «Questo formato ibrido è un modo per adattarsi e innovare». Christie's sta ancora raccogliendo le opere per la vendita, ma è già noto che i pezzi forti includono, a New York, «Les femmes d'Alger» di Pablo Picasso (versione «F»), datata 17 gennaio 1955, stimata circa 25 milioni di dollari e precedentemente nelle collezioni di Victor e Sally Ganz, poi Daniel ed Eleanore Block Saidenberg, e «Annie» (1962) di Ed Ruscha, alto 6 metri di altezza e stimato 20-30 milioni di dollari.

L'offerta di Hong Kong includerà l'enorme dipinto rosso di Zao Wou-Ki, «21.10.63», proposto a una stima di oltre 10 milioni di dollari. A Londra, all'inizio di luglio, Christie's metterà in scena, esclusivamente online, le sue sette aste della Classic Week, che includono dipinti antichi, repeti archeologici, sculture, arredi e opere d'arte del XIX secolo.

Sotheby's, nel frattempo, intende proseguire con le sue vendite di arte del XX secolo a New York nella settimana a partire dal 29 giugno (originariamente previste a fine maggio), «in attesa della revoca di alcune restrizioni e della conferma da parte delle autorità competenti che possiamo procedere», ha dichiarato la casa d'aste. I punti salienti delle vendite di Sotheby includono il «Trittico ispirato all'Oresteia di Eschilo» (1981) di Francis Bacon stimato oltre 60 milioni di dollari e il «White Brushstroke In» (1965) di Roy Lichtenstein (20-30 milioni).

Dal 4 al 16 giugno Sotheby's presenterà anche il consueto appuntamento «Contemporary Milan» ma nell'insolita formula dell'asta a tempo.

Anna Brady, edizione online, 22 maggio 2020


  • Ed Ruscha «Annie» (1962), particolare. Stima: 20-30 milioni di dollari
  • Pablo Picasso «Les femmes d'Alger (version 'F')» 17 January 1955 (particolare). Stima 25 milioni circa di dollari

GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012