La rinascita del Macro

Il Macro ospiterà una mostra omaggio a Toti Scialoja in occasione del centenario della nascita (1914-2014)
Francesca Romana Morelli |

Il Macro naviga finalmente in acque tranquille, senza troppo allontanarsi dalla costa, ma con una rotta tracciata e un carico di mostre ed eventi programmati fino alla fine del 2016. Per la prima volta nella sua storia, facendo parte del polo museale civico dell'arte moderna e contemporanea guidato da Federica Pirani, è diretto da uno staff di storici dell'arte dell'amministrazione capitolina (pertanto non subirà lo spoil system con le prossime elezioni del sindaco).
A collaborare con la Pirani sono Claudio Crescentini, Costantino Dorazio, con il compito di occuparsi nell'ideazione e organizzazione di mostre ed eventi e Rita Arconti, responsabile delle collezioni permanenti. Dopo le direzioni di Danilo Eccher, Luca Massimo Barbero e Bartolomeo Pietromarchi, nel 2013 passò una fase burrascosa a causa del primo assessore alla cultura della giunta Marino, Flavia Barca, che intendeva svuotare il Macro della sua
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Il Macro di Roma
Altri articoli di Francesca Romana Morelli