La Palermo arabo-normanna, Monreale e Cefalù Patrimonio Unesco

Il dettaglio di un mosaico nel castello della Zisa a Palermo
Giusi Diana |

Bonn (Germania). La Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Monreale e Cefalù sono ufficialmente Patrimonio Mondiale dell’Unesco. La proclamazione è avvenuta a Bonn il 3 luglio alla presenza della delegazione siciliana di cui facevano parte il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il sindaco di Monreale Pietro Capizzi e quello di Cefalù Rosario Lapunzina.
Si iscrivono nella World Heritage List capolavori dell’arte e dell’architettura come la Cappella Palatina a Palazzo dei Normanni, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti, la chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio detta la Martorana, la chiesa di San Cataldo, il ponte dell’Ammiraglio, il castello della Zisa, e la cattedrale solo a Palermo, ma il prestigioso riconoscimento riguarda anche il complesso monumentale di Monreale con la cattedrale e il chiostro e quello di Cefalù, con cattedrale e chiostro, scelti perché rispondono ai requisiti di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Palermo, Cappella Palatina La Cattedrale di Palermo Santa Maria dell'Ammiraglio a Palermo Il chiostro del Duomo di Monreale Dettaglio del mosaico con il Cristo Pantocratore nella Cattedrale di Cefalù Monreale, le absidi della cattedrale Palermo, San Giovanni degli Eremiti Palermo, San Cataldo
Altri articoli di Giusi Diana