La nuova frontiera africana di Sotheby’s

Anny Shaw |  | Londra

Considerata la crescente espansione del mercato dell’arte africana, Sotheby’s ha annunciato il 20 giugno il lancio imminente di vendite dedicate all’arte di quel continente dall’inizio del prossimo anno.

La casa d’aste ha conferito ad Hannah O’Leary l’incarico di responsabile per l’arte moderna e contemporanea africana, un nuovo dipartimento con sede a Londra.

La O’Leary proviene da Bonhams, dove dal 2010 ricopriva la stessa posizione. La sua prima asta in quella veste nel marzo del 2011 totalizzò più di 10 milioni di euro, un risultato che rappresenta il più alto totale di sempre per una vendita di arte sudafricana.

Prima di allora, la O’Leary aveva contribuito all’organizzazione da parte di Bonhams delle prime vendite pionieristiche di arte africana, che iniziarono nel 2008.

Maarten Ten Holder, direttore generale di Sotheby’s Europa, descrive la scena artistica africana come «fiorente» e aggiunge:
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anny Shaw