La mascolinità alla Barbican Art Gallery

Oltre 300 fotografie e filmati di celebri nomi internazionali e di autori più giovani

Federico Florian |

Londra. In un momento storico in cui nozioni quali «gender-fluid» e «non-binary» stanno rivoluzionando il dibattito su questioni di identità e genere, il concetto tradizionale di mascolinità è finalmente messo a dura prova. Per il suo primo progetto espositivo del 2020 (dal 20 febbraio al 17 maggio), la Barbican Art Gallery di Londra mette in scena i lavori di 50 fotografi e filmmaker da tutto il mondo che indagano le diverse e contraddittorie rappresentazioni di «mascolino», dagli anni Sessanta a oggi.

«Sulla scia del #MeToo e della rinascita dell’attivismo femminista e del movimento per i diritti degli uomini, le nozioni convenzionali di mascolinità sono divenute oggetto di accesa discussione», dichiara Jane Alison, a capo del Dipartimento di Arti Visive del Barbican. Ragioni per cui oggi «questa mostra non potrebbe essere più rilevante».

Sponsorizzata da Calvin Klein, «Masculinities:
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Federico Florian