La cultura a prova di energia. L’accordo Edison-FAI

Maria Elena Santagati |


È notizia recente l’accordo per la sostenibilità ambientale del patrimonio culturale siglato tra Edison, società con 130 anni di storia e tra i principali operatori di energia a livello nazionale, e FAI-Fondo Ambiente Italiano, fondazione che dal 1975 è impegnata nella conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale italiano, grazie al sostegno di privati e una rete capillare di volontari.

Obiettivo ambizioso è l’efficientamento energetico di tutti i beni FAI, grazie al quale si avrebbe un abbattimento delle emissioni di CO2 intorno alle 500 tonnellate all’anno e un risparmio sulla spesa energetica di circa 200 mila euro annui. Dal 2015 la Fondazione è infatti impegnata in un percorso di efficientamento dei propri edifici per la riduzione delle emissioni di CO2 del 15% in dieci anni.

Un’assunzione di responsabilità sociale verso una questione, quella della
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Maria Elena Santagati
Altri articoli in IMPRESE