Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

La 34ma Biennale di San Paolo si apre al mondo

Il curatore Jacopo Crivelli Visconti ha ideato un modello espositivo che espande il concetto di relazione

«Kingdom Come» (2015) di Deana Lawson. © Cortesia dell’artista

San Paolo (Brasile). In un mondo lacerato da tensioni e divisioni su scala globale, la 34ma Biennale di San Paolo esplora il concetto di «relazione» come principio di coesione sociale. E così, il curatore Jacopo Crivelli Visconti, napoletano di stanza a San Paolo, ha ideato un modello espositivo che espande, sia in termini di spazio che di tempo, la struttura tradizionale della rassegna, instaurando una rete di relazioni con altre 20 istituzioni cittadine e partnership con spazi e musei internazionali (fra questi, la Biennale di Liverpool e la Kunsthalle Basel).

Il progetto, concepito da Visconti insieme a Paulo Miyada e a un gruppo di curatori associati (Carla Zaccagnini, Francesco Stocchi e Ruth Estévez), prende il via questo mese, con la personale della peruviana Ximena Garrido-Lecca presso il Bienal Pavilion dall’8 febbraio al 15 marzo. A seguire le personali di Clara Ianni (aprile) e Deana Lawson (luglio), prima del grand opening della collettiva a settembre.

Nella fase finale della rassegna vengono poi coinvolti spazi e istituzioni culturali cittadini, tra cui il Museu de Arte Moderna. «Il Brasile e l’America Latina sono ben rappresentati, sia in termini di nazionalità degli artisti che di temi, dichiara Crivelli Visconti, e un posto speciale è riservato alla produzione artistica nell’ambito della diaspora africana».

Evocativo il titolo della rassegna, «Faz escuro mas eu canto» [È buio, ma io canto], tratto da un verso dello scrittore Thiago de Mello, originario dell’Amazzonia. «Un titolo, aggiunge Crivelli Visconti, con cui la Biennale riconosce lo stato di angoscia del mondo contemporaneo, e sottolinea la potenzialità dell’arte come gesto di resistenza, speranza e comunicazione».

Federico Florian, da Il Giornale dell'Arte numero 405, febbraio 2020


GDA aprile 2020

Vernissage aprile 2020

Il Giornale delle Mostre online aprile 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012