CONTINENTE ITALIA 970 x 90 Nuova testata GDA

Mostre

L'uomo di Colombo

60 anni della vita di Milano nelle Sale Viscontee del Castello Sforzesco

«Giostre in viale Gadio» (1959) di Cesare Colombo, Milano, Civico Archivio Fotografico © Cesare Colombo

Milano. Sono oltre cento le immagini di Cesare Colombo (Milano, 1935-2016) scelte da Silvia Paoli con Sabina e Silvia Colombo, figlie del fotografo e responsabili dell’Archivio a lui intitolato, nel comporre la mostra «Cesare Colombo. Fotografie (1952-2012)» con cui Comune e Civico Archivio Fotografico, a trent’anni dalla sua ultima personale milanese («Milano Veduta Interna», 1990), gli rendono omaggio dal 25 giugno fino al 30 settembre nelle Sale Viscontee del Castello Sforzesco.

Tutte dedicate alla sua città, le fotografie esposte (nell’allestimento dell’amico di una vita, Italo Lupi) narrano le vicende di quei tumultuosi sessant’anni con un’ottica sfaccettata, attenta alle vicende sociali e alle trasformazioni urbanistiche, esplorando di volta in volta il mondo delle fabbriche, con le manifestazioni sindacali che hanno segnato la storia operaia del XX secolo, le rivolte studentesche dal ’68 in poi, le trasformazioni del tessuto sociale, specie nelle periferie, i mutamenti nel mondo del lavoro, ma anche i punti di eccellenza, come le fiere, i negozi, la moda, il design, l’arte, lo spettacolo.

Fra le opere in mostra (molte provenienti dal fondo entrato di recente nelle raccolte del Civico Archivio Fotografico) figurano immagini ben note ma anche fotografie inedite e vere riscoperte d’archivio. Poiché Cesare Colombo è stato, oltre che grande fotografo, un colto studioso della fotografia del ‘900, curatore di mostre importanti, autore di molti libri e animatore di numerosi dibattiti, la mostra dà conto anche del suo ruolo di motore culturale e di protagonista del mondo della comunicazione, attraverso una sezione biografica ricca di documenti e d’immagini.

Sezione nella quale emergono i suoi molti interessi (oltre che per l’«uomo», oggetto dominante della sua indagine, anche per l’architettura, per il reportage per l’industria, per l’illustrazione editoriale) e l’impegno nella ricerca e nell’analisi di immagini storiche, grazie al quale ha fornito un importante contributo alla diffusione della cultura fotografica.

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 409, luglio 2020

©RIPRODUZIONE RISERVATA


GDA ABBONAMENTI 2021 gif
CALENDARIO MOSTRE 2021



GDA412 Bertozzi & Casoni

GDA412

GDA412 Vernissage

GDA412 GDECONOMIA

GDA412 GDMOSTRE

GDA142 Vedere in Canton Ticino

GDA412 Vedere a Torino

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012