L’uomo delle cattedrali

Jenny Dogliani |

Dal 2 ottobre al 31 gennaio la Gam - Galleria d’Arte moderna e contemporanea rende omaggio a Claude Monet (1840-1926), attraverso la retrospettiva curata da Xavier Rey, conservatore presso il Musée d’Orsay e specialista di Monet, e da Virginia Bertone, conservatrice della Gam di Torino.

La rassegna è il terzo capitolo della collaborazione tra Skira, l’istituzione torinese e il Musée d’Orsay di Parigi, avviata negli anni scorsi con le mostre di Degas (nel 2012) e di Renoir (nel 2013). Il percorso presenta oltre 40 opere di Monet (e non solo), molte esposte per la prima volta in Italia e tutte provenienti dal museo parigino, custode della più importante collezione di lavori dell’artista francese. Avviato alla pittura en plein air da Eugène Boudin, dopo un esordio all’insegna del Realismo courbettiano, Monet rimase per tutta la vita un impressionista duro e puro, fedele al movimento anche quando questo fu
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Jenny Dogliani