L’ospedale diventa Soprintendenza

Massimiliano Cesari |  | Lecce

Lo scorso marzo, durante un intervento di verifica statica dei sotterranei dell’ex ospedale dello Spirito Santo, primo nosocomio del capoluogo salentino (e futura sede della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Brindisi, Lecce e Taranto), sono stati rinvenuti numerosi reperti archeologici

La fabbrica originaria dell’edificio, collocato a ridosso di una delle porte storiche cittadine, Porta Rudiae, risale, come si legge nella guida cittadina del De Simone (1874), alla seconda metà del XIV secolo, quando era amministrato dall’Ordine dei Domenicani. Con il travagliato passaggio alla Città, avvenuto nel XVI secolo, l’edificio fu ricostruito su progetto dell’architetto Gian Giacomo dell’Acaya (1548). In tempi più recenti, XIX secolo, la struttura ha ospitato uno dei primi orologi elettrici della città, messi a punto dal fisico e astronomo Giuseppe Candido, che per tali
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Massimiliano Cesari