L’offerta espositiva invernale del Reina Sofía

Una personale dell'austriaca Ceija Stojka e una retrospettiva di Jörg Immendorff

«Komm Jörch wir gehen» (2005) di Jörg Immendorff, Wolfsburg, Kunstmuseum
Roberta Bosco |  | Madrid

Dal 21 novembre al 23 marzo il Museo Reina Sofía di Madrid presenta la rassegna «Esto ha pasado» (È successo) dell’austriaca Ceija Stojka (1933-2013) che con le sue opere poetiche e di testimonianza sulla persecuzione razziale degli zingari negli anni ’30 e ’40, ha obbligato il Governo austriaco a riconoscere il genocidio del popolo Rom. Nella stessa sede continua, fino al 13 aprile, «Jörg Immendorff. Il compito del pittore», l’ampia retrospettiva che il museo dedica all’artista tedesco noto per il suo impegno politico e i suoi eccessi.

La rassegna, curata da Ulrich Wilmes e organizzata in collaborazione con l’Haus der Kunst di Monaco, ripercorre 40 anni di carriera, attraverso un centinaio di lavori dei suoi diversi periodi: dai grandi cicli narrativi fino ai dipinti per interposta persona dell’ultimo periodo, quando una grave malattia nervosa lo obbliga a dipingere per mezzo di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco
Altri articoli in MOSTRE