L’eversore sconosciuto

Federico Florian |  | New York

Dal 21 novembre al 19 marzo si apre al MoMA di New York la più grande e completa retrospettiva americana di Francis Picabia (Parigi, 1879-1953) prodotta in collaborazione con la Kunsthaus Zürich. Un maestro dell’avanguardia europea, la cui pratica multiforme include sperimentazioni in molteplici linguaggi stilistici, dall’Impressionismo all’astrazione più radicale, dal Dadaismo all’Informale, dal classicismo al realismo fotografico. Anne Umland e Talia Kwartlet, curatori della mostra insieme a Cathérine Hug, ci raccontano qualcosa in più.

Perché dedicare una mostra a questa eccentrica figura dell’avanguardia europea in un museo americano?
Picabia è uno dei più significativi artisti del XX secolo. È stata una figura incredibilmente influente nell’arco della sua vita, e la sua arte è stata un punto di riferimento per moltissime generazioni di artisti. Tuttavia, la pratica di Picabia resta
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Federico Florian