GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

L’enigma di re Giorgio a Palazzo Reale

De Chirico in una retrospettiva curata da Luca Massimo Barbero

«Ritorno al castello», 1969, di Giorgio de Chirico (particolare). Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea © G. de Chirico by SIAE 2019

Milano. Come affrontare l’arte di Giorgio de Chirico (1888-1978), dopo innumerevoli mostre e un numero difficilmente calcolabile di studi, senza ripercorrere vie già battute? E come farlo nella stessa sede in cui nel 1970, lui vivente, si tenne la storica monografica curata da Franco Russoli, lo studioso che volle portare l’arte del XX secolo nelle sale della Pinacoteca di Brera? Lo chiediamo a Luca Massimo Barbero, che ha accettato la sfida di curare il nuovo omaggio dedicato all’artista da Palazzo Reale di Milano, ponendosi l’obiettivo di offrirne una lettura nuova, libera dai condizionamenti creati dall’ombra da sempre gettata dal «personaggio de Chirico» sull’artista (grandissimo) che è stato. Intitolata semplicemente «de Chirico», la retrospettiva (promossa e prodotta da Milano-Cultura, Palazzo Reale, Marsilio ed Electa, editori questi ultimi anche del catalogo), dal 25 settembre al 19 gennaio riunisce poco meno di 100 suoi capolavori, divisi in otto sezioni tematiche (dalla «Mitologia familiare» alla «Neometafisica»), giunti qui da musei del mondo intero.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 400, settembre 2019

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012