L’egittologia di Silvio Curto

Francesco Tiradritti |  | Torino

Il professor Silvio Curto si è spento a Torino il 24 settembre 2015

Chi ha conosciuto Silvio Curto lo ricorderà soprattutto per i suoi modi pacati, affabili e signorili e per la sua grande generosità. È stato però anche uno dei più grandi egittologi italiani del XX secolo e ha avuto il grande merito di trasformare il Museo Egizio di Torino in una delle realtà culturali più attive del paese e in un punto di riferimento dell’egittologia mondiale. 

Nato a Bra nel 1909, aveva concluso i suoi studi come classicista con uno studio dedicato proprio alla sua città natale. Alla fine della guerra era entrato a far parte della Soprintendenza alle Antichità Egizie come ispettore per poi essere nominato direttore dell’Egizio nel 1964. Nei vent’anni in cui ne ha retto le sorti, ha trasformato la prestigiosa istituzione torinese in un polo in cui avessero impulso sia la ricerca scientifica che la divulgazione di alto
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesco Tiradritti