L’edicola rinascimentale dell’Aquila

Stefano Miliani |  | L’Aquila

Santa Maria del Ponte, piccola chiesa appena fuori dalle mura, non lontana dalla Fontana delle 99 cannelle, non ha un’architettura che risalta. Racchiude però un’edicola votiva monumentale dell’inizio del XV secolo in pietra scolpita e dipinta. Nel 2009 il terremoto aveva compromesso l’edificio e le sue pitture.


Ora finalmente la chiesa è stata consolidata e la parte pittorica in buona misura ricomposta grazie al fatto che dopo il sisma i frammenti erano stati raccolti e catalogati. Per il segretariato regionale dei Beni culturali abruzzesi hanno diretto i lavori la storica dell’arte Biancamaria Colasacco e l’architetto Alessandro Mazza.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani