L'arte di sbagliare (la fotografia)

Una selezione di grandi fotografi che hanno utilizzato gli errori per sperimentare

Jacques-Henri Lartigue, «Grand Prix of the Automobile Club of France», 1912, stampata nel 1972. San Francisco Museum of Modern Art, acquostata gtrazie all'Arthur W. Barney Bequest Fund; Photographie J H Lartigue © Ministère de la Culture - France / AAJHL
Viviana Bucarelli |  | San Francisco

Sfocature, sovraesposizioni, uso della lente sbagliata: per molti fotografi sono stati errori madornali, per altri, invece, uno strumento che ha loro consentito di esplorare nuovi orizzonti dell’estetica e del linguaggio della «scrittura con la luce». E così la mostra «Don’t! Photography and the Art of Mistakes» del San Francisco Museum of Modern Art, che inaugura il 20 luglio (fino al primo dicembre), presenta una selezione di fotografi che hanno utilizzato, per ragioni e finalità diverse, questi e altri «errori» della tecnica fotografica.

Oltre a quelli sopra menzionati, la mostra, curata da Clément Chéroux, da anni cultore della materia, alla quale ha dedicato anche un ormai classico volume (in Italia pubblicato da Einaudi con il titolo L’errore fotografico. Una breve storia, Ndr) illustra e spiega la doppia esposizione, la distorsione delle immagini, il taglio sorprendente
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Viviana Bucarelli
Altri articoli in MOSTRE