L’archivio è un palinsesto

Olga Scotto di Vettimo |  | Capri (Na)

Nella sede caprese dell’Aica | Andrea Ingenito Contemporary Art fino al 2 luglio espone Judy Pfaff (Londra, 1946) con la mostra «Abstract Poetry». L’artista, residente a New York dall’età di 10 anni, presenta, per la sua prima personale europea, 34 lavori su carta allestiti secondo raggruppamenti collegati tra loro, prediligendo talvolta rimandi tematici, talaltra, invece, affinità materiche.


Le opere, che nella visione complessiva appaiono componimenti astratti, sono generate dalla combinazione di elementi figurativi eterogenei, risultato di stratificazioni di materiali diversi (fotografie, fogli, collage, tempere) che fanno assumere ai molteplici nuclei l’aspetto di un archivio fitto di interconnessioni, benché in apparenza disordinato.


La Pfaff nel corso della sua ricerca non prende mai una posizione radicale nell’ambito del dibattito astratto/figurativo, prediligendo una posizione che
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo