L’antisentimentale Nella Marchesini

Alessandra Ruffino |

Col rigore di metodo a lei consueto, Giorgina Bertolino ha curato il Catalogo generale dei dipinti di Nella Marchesini (1901-53), nata in Toscana ma torinese di adozione. Nel ponderoso volume la vicenda dell’artista viene indagata attraverso accurate ricerche d’archivio anche nel saggio di Emanuela Genesio, scritto, come da magistero di Maria Corti, da archivista con piglio di narratore.

Nella Marchesini. Catalogo generale - I dipinti (1920-1953) a cura di Giorgina BertolinoAmica di Carlo Levi, Ada Prospero Gobetti, Natalino Sapegno, Paola Levi-Montalcini, sedotta dall’ars nova fiamminga e dal gusto dei primitivi italiani (Venturi, con Gualino, è figura di riferimento del milieu cui fa capo la pittrice), scolara di Casorati dal 1921, col tempo la Marchesini affianca ai soggetti di natura morta e ritratti (mai abbandonati neppure in seguito) lo studio del nudo e quindi del paesaggio: l’impronta tattile e plastica del suo stile deriva dal confronto con gli antichi, nonché dal
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Alessandra Ruffino