Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

L’antiminimalismo Usa anni Settanta al Mumok

Domani apre una mostra dedicata al movimento americano Pattern and Decoration

«Geometry in Flowers», 1978, di Miriam Schapiro. Foto: Carl Brunn / Ludwig Forum Aachen © Bildrecht Wien, 2019

Vienna. Il museo d’arte contemporanea Mumok presenta «Ornament as Promise» (ornamento come promessa), una mostra dedicata al movimento americano Pattern and Decoration, anche noto come P&D. Nato negli Stati Uniti a metà anni Settanta, il P&D si diffuse principalmente in California e a New York. I suoi componenti, reduci dai movimenti del ’68 ai quali parteciparono più o meno attivamente, presero le distanze dalla rigidità formale del minimalismo e si dedicarono alla riscoperta degli elementi decorativi di origine orientale.

Così facendo, il P&D contribuì ad allargare e decentrare il panorama artistico dell’epoca: mosaici orientali, tessuti indios, miniature turche e architetture islamiche divennero alcune tra le fonti d’ispirazione degli artisti del P&D, tra i quali Joyce Kozloff, Valerie Jaudon, Robert Kushner e Miriam Schapiro. Quest’ultima, protagonista del movimento artistico femminista nordamericano, diede vita al femmage, uno stile di collage che unisce la pittura a elementi tessili provenienti dall’artigianato femminile tradizionale. In reazione all’ironia un po’ cinica della Pop art e alle fredde sintesi del minimalismo, il P&D riscoprì l’origine artigianale della decorazione. La teorica del movimento fu la storica dell’arte Amy Goldin, esperta di arte islamica, che diede voce critica al gruppo.

L’esposizione presenta una selezione di opere (tele, collage e serigrafie) provenienti dalla collezione di Peter e Irene Ludwig, una delle coppie di collezionisti più celebri al mondo. Al giorno d’oggi le loro opere sono conservate, sotto forma di prestiti o donazioni, in 26 musei pubblici distribuiti su 3 continenti. Dopo la presentazione al Mumok (dal 23 febbraio all’8 settembre), la mostra viaggerà presso il Museo Ludwig di Budapest, fondato nel 1989 dai due collezionisti tedeschi.

Bianca Bozzeda, da Il Giornale dell'Arte numero 394, febbraio 2019


Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012