L'amico Fritz

Jenny Dogliani |  | Trento

Il 12 luglio 1908 l’incrociatore corazzato tedesco SMS Gneisenau entrò in servizio nella Hochseeflotte, la principale flotta della Marina Imperiale Tedesca. Destinato a unirsi allo Squadrone Orientale, salpò per l’Asia con a bordo il pittore Fritz Ferschl, che fissò nei suoi schizzi i volti, i luoghi e le vicende di questa celebre nave da guerra affondata nella battaglia delle Isole Falkland l’8 dicembre 1914.

A riviverne la storia, a oltre un secolo di distanza, è l’artista olandese Peter Schuyff (1958), con i suoi interventi eseguiti direttamente su 34 disegni a matita e acquerelli originali esposti nello Studio d’Arte Raffaelli dal 17 marzo al 5 giugno. Paesaggi incontaminati, ritratti di marinai, scene di quotidianità consumatesi sottocoperta e momenti di vita militare, raffigurati da Ferschl con un tratto rapido e attento a non trascurare i particolari, sono rivisitati da Schuyff sovrapponendo il
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Jenny Dogliani