L’ambasciatore d’Italia si chiama Laocoonte

Marco Fabio Apolloni e Monica Cardarelli hanno aperto una galleria in St. James's per esportare i grandi italiani meno celebrati

Marco Fabio Apolloni e Monica Cardarelli
Francesca Romana Morelli |  | Londra

Monica Cardarelli e Marco Fabio Apolloni, titolari rispettivamente delle gallerie romane del Laocoonte e della W. Apolloni, hanno dato vita, in partnership, alla Laocoon Gallery: una «piccola ambasciata, uno spazio extraterritoriale dell’arte italiana», la definisce Apolloni. Nel cuore di St. James's, storico quartier generale dell’arte e dell’antiquariato internazionale, lo spazio si affaccia con due ampie vetrine su Ryder Street e occupa 180 mq su due piani. Per Apolloni si tratta del «ritorno» nella città della sua giovinezza: «Una terra lontana e ora profondamente cambiata», parte integrante della sua storia familiare.

Suo padre, Fabrizio Apolloni, antiquario di fama anche nel mondo anglosassone, frequentava assiduamente Londra, fin da quando, città razionata del dopoguerra, sul mercato piovevano le opere d’arte e gli arredi antichi delle famiglie aristocratiche, obbligate a vendere a
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli
Altri articoli in ANTIQUARI