L'Amarena Fabbri è rosa

Vaso realizzato in occasione del 50° anniversario dell'azienda
Stefano Luppi |

Bologna. Tutti in Italia ricordano i tipici contenitori dell’Amarena Fabbri, ma forse pochi sanno che la sua storia parte dal 1915, quando «la Marena», così era chiamato in origine il succoso frutto, veniva prodotta e venduta dall'azienda bolognese Fabbri 1905 Spa solo nei mesi di giugno e luglio. Presto però si comprese l’importanza di conservare ed esporre il prodotto in contenitori che risultassero ben riconoscibili: i primi vasi, in ceramica, furono realizzati da Angelo Minghetti di Bologna, ma ben presto si passò agli ancora celebri vasi realizzati in bianco e blu, a corpo sagomato su base anulare, prodotti dalla Bottega Gatti di Faenza. Sempre negli anni Venti, la ditta Fabbri fece realizzare altri prototipi di vasi, come quello della Fornace Bubani caratterizzato da motivi ornamentali in colore nero su sfondo bianco e quello delle Ceramiche Trerè con motivi di colore rosso ruggine su
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Locandina pubblicitaria dell'Amarena Fabbri autorizzata dalla Questura di Bologna nel 1936 e realizzata dalla stamperia italo-americana.jpg
Altri articoli di Stefano Luppi