L’Agro e gli eroi

Francesca Romana Morelli |  | Sabaudia (Rm)

All’alba del Novecento nell’Agro Romano e Agro Pontino, terra paludosa dove si annida la malaria, Duilio Cambellotti e un gruppo d’illuminati, come l’artista Alessandro Marcucci, i letterati Giovanni Cena e Sibilla Aleramo e il medico Angelo Celli, s’impegnano per garantire l’istruzione e buone condizioni sanitarie alla popolazione.


«Ho individuato quale sede della mostra Sabaudia, città di fondazione della bonifica dell’Agro Pontino, perché Cambellotti rimarrà sempre legato a questo territorio, che concorse a formare il suo linguaggio potente ed essenziale, il cui segno antinaturalistico evoca un’antichità in cui ogni forma è archetipo»: così Monica Cardarelli, titolare della Galleria del Laocoonte, introduce una mostra aperta al Museo Emilio Greco dal 19 maggio al 29 giugno.


La galleria romana vi espone un eccezionale nucleo di opere di Cambellotti: 80 pezzi tra sculture, disegni,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli