Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Karl Borromäus Ruthart, amico degli animali e dell’Italia

Domani apre al Museo Nazionale di Danzica una mostra sul pittore tedesco

«Santo Stefano», di Karl Borromäus Ruthart (particolare). L'Aquila, Museo Nazionale d'Abruzzo Munda

L’Aquila. Pensarlo come un animalista ante litteram sarebbe fuorviante, tuttavia Karl Borromäus Ruthart, soprattutto da quando diventò monaco dell’ordine dei celestini, calibrò numerosi quadri su santi ed eremiti che ammansiscono fiere tra boschi e monti. Tedesco, nato a Danzica intorno al 1630, prese i voti a Roma nel 1672 come padre Andreas e trascorse gli ultimi anni fino alla morte nel 1703 a Santa Maria a Collemaggio all’Aquila.

Qui la direttrice del Polo museale dell’Abruzzo Lucia Arbace ha appena concluso una campagna di restauro di una trentina di opere di varie dimensioni «afferenti al Museo Nazionale d’Abruzzo - Munda». Gli esiti? «I recuperi sanciscono che i dipinti e i bozzetti abruzzesi non sono inferiori al periodo precedente: hanno reso leggibili dettagli in opere ottuse da vernici ossidate, ridipinture, graffi, perfino da piccoli vandalismi antichi. Anche laddove gli studiosi avevano intravisto un livello inferiore, come in alcuni bozzetti, i restauri hanno restituito una qualità alta così come hanno confermato la sua abilità di ritrattista nei piccoli dipinti dei beati celestini». Con i paesaggi l’artista dimostrò di amare la natura? «Era un uomo del Seicento, li eseguiva secondo l’ideale classico, non realistici, ma reinterpretati con la sua particolare sensibilità».

Il frutto dei restauri è condensato in una mostra su Ruthart che Lucia Arbace allestisce al Museo Nazionale di Danzica dal 28 febbraio al 31 maggio per poi proporla all’Abbazia di Santo Spirito al Morrone a Sulmona (Aq) dal 22 giugno al 29 settembre. La spesa complessiva per l’intero corpus, sui 40mila euro, è stata finanziata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali tramite il Munda e dalla Federazione Italiana Amici dei Musei - Fidam, con contributi dalle sezioni aquilane del Serra Club, di Italia Nostra e degli Amici dei Musei. Hanno eseguito i restauri il Consorzio delle Arti, Umberto Maggio ed Eugenie Knight.

Stefano Miliani, da Il Giornale dell'Arte numero 394, febbraio 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012