Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Innamorati di Raffaello

I fratelli Franz e Johannes Riepenhausen dedicarono tutta la loro vita alla riscoperta dell'Urbinate

Johannes Riepenhausen, «Una visione di Raffaello», una di 12 incisioni sulla vita di Raffaello da Urbino. Tavola VIII, 1833-35. © Staatliche Museen zu Berlin, Kupferstichkabinett/ Dietmar Katz

Berlino. Anche Berlino vuole prendere parte alle celebrazioni 2020 per i 500 anni dalla morte di Raffaello. La Gemäldegalerie con la mostra «La vita di Raffaello. Dodici incisioni di Johannes Riepenhausen» (dal 14 gennaio al 26 aprile) apre il 2020 del suo gabinetto delle stampe mettendo in scena alcune pregiate opere a tema di proprietà del Kupferstichkabinett.

Si tratta dei lavori di due illustri fratelli pittori e incisori, Franz (1786-1831) e Johannes (1787-1860) Riepenhausen di Gottinga, residenti a Roma, caduti vittima della fascinazione del secolo, la riscoperta del divino Raffaello, al cui studio dedicarono tutta la propria esistenza.

All’inizio dell’Ottocento, infatti, il fenomeno Raffaello aveva raggiunto il suo apice: clero, studiosi e artisti smaniavano per rintracciarne i resti mortali e quando ne furono ritrovate le ossa al Pantheon, nel settembre 1833, si pensò a una sacra epifania, un segno dal cielo. Il mito si basava sulle date: l’urbinate era nato e morto di venerdì santo; forse anche per questo, e non solo per la sua meravigliosa unicità nella storia dell’arte mondiale, già il Vasari lo diceva «semidio»?

La fenomenale suggestione pandemica che conseguì la scoperta romana spinse Johannes a riprendere un lavoro iniziato col fratello Franz: quello delle incisioni con scene di vita di Raffaello.

Francesca Petretto, da Il Giornale dell'Arte numero 404, gennaio 2020



GDA Abbonamenti 2020





GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia-Romagna

GDA409 Vedere nelle Marche

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012