Il vero mecenate non va mai in pensione

Jacob Rothschild si ritira dal settore bancario, ma non dai suoi progetti culturali. Il passato e il futuro di un’eminenza grigia del mondo dell’arte britannico negli ultimi trent’anni

Jacob Rothschild. Photo copyright: Hannah Rotschild
Anna Somers Cocks |

Jacob, il quarto Lord Rothschild, 83 anni, è stato un potere forte ma discreto della scena culturale britannica per più di quarant’anni. Capo del ramo inglese della famosa famiglia di banchieri, combina nella sua persona il talento intellettuale della parte paterna (suo padre fu nei servizi segreti, poi zoologo all’Università di Cambridge e consigliere a successivi Governi britannici, sua zia Miriam Rothschild l’esperta mondiale di pulci, e sua sorella è uno dei principali economisti all’Università di Harvard, sposata con l’economista Amartya Sen, vincitore di un premio Nobel) con il gusto per l’arte di sua madre, che ebbe stretti contatti con il gruppo Bloomsbury.

Se non si parla molto di Jacob Rothschild è perché ha sempre evitato la pubblicità (tranne un’iscrizione in latino in una delle sale della National Gallery in cui se ne ricorda il finanziamento per il restauro), ma ha
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata La facciata nord di Waddesdon Manor. Foto: Chris Lacey, National Trust
Altri articoli di Anna Somers Cocks