Il vaso dell'imperatore

Va in asta da Sotheby's a Hong Kong con una valutazione di oltre 22 milioni

Il vaso dell'imperatore Qianlong in asta da Sotheby's
Elena Correggia |  | Hong Kong

È in vetro finemente smaltato, misura 18,2 centimetri e rappresenta l’apice dell’abilità creativa ed esecutiva degli artigiani attivi trecento anni fa nella Città proibita di Pechino. Si tratta di un vaso realizzato durante la dinastia Qing, su committenza dell’imperatore Qianlong, che verrà proposto da Sotheby’s, a Hong Kong l’8 ottobre, con una valutazione stratosferica, superiore a 22,5 milioni di euro.

Custodito in passato nella leggendaria raccolta del principe Gong e dal 2000 parte della collezione Le Cong Tang, l’oggetto si caratterizza per le inusuali dimensioni, più ampie della norma, per la raffinatezza del motivo decorativo con fenici e peonie e per l’estrema complessità nella lavorazione che abbina il vetro a diversi strati di smalto.

Il vaso riesce a simulare l’effetto «trompe l’œil» di una bottiglia avvolta in una borsetta di tessuto chiusa da un nastro annodato. A
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Elena Correggia