Il primo «Black Painting» di Frank Stella potrebbe battere il record ad Art Basel Miami Beach

L’opera «Delta» del 1958 viene messa sul mercato, per la prima volta dopo anni, con un prezzo richiesto di 45 milioni di dollari

«Delta» di Frank Stella, precedentemente prestato alla National Gallery of Art degli Stati Uniti, è ora in vendita. Foto Liliana Mora
Anny Shaw |  | Miami

I figli di Frank Stella venderanno il primo «Black Painting» dell’artista americano con un prezzo richiesto di 45 milioni di dollari, all’Art Basel di Miami Beach questa settimana. Stella lo dipinse nel 1958, quando aveva solo 22 anni. Se raggiungerà il prezzo richiesto, diventerà una delle opere di Stella più costose mai vendute. Il suo record d’asta, sempre per un dipinto nero, è di 28 milioni di dollari. «“Delta” è stato consegnato direttamente dalla famiglia, è un regalo ai due figli di Frank», afferma Dennis Yares, che gestisce la galleria Yares Art di New York, Los Angeles e Santa Fe, che espone la tela alla fiera. Non è chiaro quale sia la motivazione per cui l’opera venga venduta ora; i media nel 2021 hanno parlato di una spaccatura tra Frank Stella e suo figlio Patrick a causa delle loro divergenze politiche.

Yares Art, invece, ha iniziato a lavorare direttamente con Stella nel 2021, ospitando due mostre a New York e facilitando l’installazione della scultura di Stella, «Jasper’s Split Star» (2017), nella piazza pubblica del 7 World Trade Center. Yares afferma che la «maturazione» del rapporto tra l’artista 87enne e la galleria, unita all’imminente 60mo anniversario di Yares Art, ha portato alla vendita. E aggiunge: «Si è trattato, in sostanza, di un grande favore per la famiglia che ci ha concesso di esporre il dipinto pubblicamente alla fiera. È stato solo un caso». Stella è rappresentata anche da altre gallerie presenti alla fiera, tra cui Lévy Gorvy Dayan, Marianne Boesky e Sprüth Magers. Queste tre gallerie avevano già proposto «Delta» in uno stand comune alla fiera Frieze Masters di Londra nel 2016.

Stella iniziò a creare i suoi Black Paintings quando si trasferì a New York nel 1958, segnando una svolta radicale per la pittura non figurativa e influenzando lo sviluppo della pittura Colour Field, del Minimalismo e probabilmente anche della Pop Art. «È stato il lavoro più innovativo che ha cambiato la storia dell’arte», afferma la consulente d’arte newyorkese Wendy Cromwell. Come sottolinea Yares, esistono solo 24 «Black Paintings» e la maggior parte è conservata in collezioni museali. «Delta» ha una provenienza impeccabile. È stato prestato alla National Gallery of Art di Washington dal 2004 al 2011 e da allora è stato esposto a intermittenza, in particolare alla retrospettiva di Stella al Whitney Museum of American Art nel 2015. Il dipinto è stato esposto poi per l’ultima volta nel 2017-18, presso il NSU Art Museum nella vicina Fort Lauderdale.

Cromwell aggiunge che il mercato di Stella è stato storicamente sottovalutato, anche se ritiene che il prezzo di 45 milioni di dollari «non sembri così costoso per qualcosa di così raro e desiderabile». Come per il meglio del meglio, «la crema sale in cima», aggiunge. Sul mercato privato, i «Black Paintings» di Stella sono stati venduti per 35-45 milioni di dollari. Il problema è se l'Art Basel di Miami Beach sia il posto giusto per raggiungere questo tipo di prezzo. «Di solito qui non si vedono queste rarità», dice Cromwell. «All’asta si possono vedere i cinque migliori collezionisti che vanno a caccia di questi quadri, ma non a Miami. È una scelta insolita, ma a volte queste cose dipendono solo dalle preferenze e dalle relazioni personali».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anny Shaw