Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Il paradiso è nei dettagli

La visione del mondo di Bruegel nella monografia di Manfred Sellink

Un particolare di un’opera di Pieter Brueghel dei Musées Royaux des Beaux-Arts di Bruxelles

Manfred Sellink, direttore del Polo Museale di Bruges, propone un volume utile alla scoperta del linguaggio visivo di uno dei più importanti esponenti della scuola dei primitivi fiamminghi: Pieter Brueghel (nel volume indicato come Bruegel). Le opere di Brueghel rivelano un gusto e un interesse per i particolari, minuti e raffinati, senza tuttavia compromettere integrità e coerenza nella composizione d’insieme.

Sellink intende mostrarci la visione del mondo del pittore: per Bruegel tutta la natura è una creazione divina e la sua varietà è un riflesso dell’Onnipotente; pertanto, ogni particolare merita la stessa importanza descrittiva. Il volume riproduce diverse tra le più celebri opere dell’artista, presentando i dipinti e i disegni con riproduzioni integrali corredate da splendidi ritagli in scala 1:1, che consentono di coglierne i curiosi particolari.

Vengono ripercorsi e analizzati i momenti giocosi invernali e, per contro, le scene di povertà, di miseria e di freddo, i grandi tumulti religiosi e la rinascita culturale che segnarono il Cinquecento nei Paesi Bassi. Le immagini cono accompagnate da note in cui Sellinek presenta aspetti dello stile e della tecnica utilizzata, di storia dell’arte e della cultura di Brueghel, ponendo in evidenza i paesaggi, le scene di raccolto, le fiere e le cacce, la vita quotidiana, i demoni e i mostri. Vizi, virtù e il Giudizio Universale sono il tema di alcuni straordinari disegni.

Ne emergono l’arguzia, l’umorismo dell’artista e la complessità del messaggio morale delle opere. L’autore si impegna a tradurre gli ambigui e molteplici livelli di interpretazione che si sovrappongono celati nei dettagli: simboli ed enigmi intellettuali e visivi, che si trasformano in satire sociali, provocazioni, ironiche sintesi di stereotipi sociali, figure allegoriche o metaforiche, personificazioni di proverbi. Nulla di quanto il pittore descrive risulta casuale. Lo stesso atteggiamento umano, delineato con approccio beffardo, è indagato con ricchezza di emozioni e stati d’animo, confermando Brueghel acuto osservatore e oggi, diremo, testimone dei suoi contemporanei.

Nel segno di Bruegel, di Manfred Sellink, traduzione di Maria Cristina Coldagelli, 288 pp., ill. col., Skira, Milano 2019, € 45,00

Carlotta Venegoni, da Il Giornale dell'Arte numero 403, dicembre 2019


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012