Il Natale nel Villaggio è luminoso, gourmet, musicale e artistico

Ai piedi delle Dolomiti, tra i vigneti di Franciacorta e Toscana, a Mantova o sul mare pugliese: i cinque Land of Fashion Village si vestono a festa

Livrea natalizia per il Palmanova Village
Anna Maria Farinato |  | Mantova

Sorgono in prossimità di rinomate località turistiche, di città d’arte e in splendidi contesti paesaggistici. E lo stretto legame con il territorio di appartenenza è tra le peculiarità dei cinque villaggi Land of Fashion Village, tra Lombardia (Franciacorta e Mantova), Friuli (Palmanova), Toscana (Valdichiana) e Puglia (Molfetta-Bari), di proprietà del Fondo americano Blackstone e gestiti da Land of Fashion Outlet Management (LFM). Lo attesta il richiamo, nel nome stesso, ai luoghi circostanti: la «Land».  

Dalle Dolomiti al mare pugliese, passando per i vigneti le dolci colline della Franciacorta e toscane, nel tempo i cinque villaggi, oltre che per turisti e acquirenti di passaggio, sono divenuti abituali luoghi di ritrovo per gli abitanti della zona, spazi di incontro e socialità anche per i più giovani. Grazie ai molti servizi offerti e alle caratteristiche architettoniche impresse ai villaggi, che riecheggiano gli stilemi costruttivi dei borghi vicini (piazze e piazzette, comode sedute disseminate tra le «vie» del villaggio, curatissime arie verdi con specie floreali e arboree locali), e a programmi ricreativi e culturali realizzati d’intesa con eccellenze del territorio, dal Festival Letteratura di Mantova al Festival internazionale di Fotografia Cortona on the Move alla Fondazione Arena di Verona.

O le collaborazioni con realtà storiche dell’accoglienza e dell’enogastronomia del territorio (solo per limitarsi alla Valdichiana: il favoloso Relais Il Falconiere, una villa del Seicento immersa nella natura ai piedi di Cortona e trasformata in un wine resort, con la cucina della chef stellata Silvia Baracchi; la cantina-cattedrale  De’ Ricci a Montepulciano, in un palazzo progettato nel ’500 dal senese Baldassarre Peruzzi su preesistenze medievali; o la Tenuta Vallocaia-Cantina Bindella, con un parco di sculture affacciato sul paesaggio collinare). O ancora:  le vetrine  dei Villaggi che all’occorrenza diventano spazi espositivi e antenne di gallerie d’arte delle località circostanti, le «agorà» utilizzate anche per concerti, spettacoli o reading letterari, il coinvolgimento di giovani street artist per una colorata rivisitazione pop degli spazi.

Le proposte allestitive e di intrattenimento variano col variare delle stagioni e a Natale i cinque villaggi indossano una festosa e scintillante livrea. Tra chalet con specialità locali, piste di pattinaggio sul ghiaccio, musica, luminarie e addobbi a tema, i cinque Land of Fashion Villages fino al 7 gennaio celebrano la «Winter Wonder», la meraviglia dell’inverno. Ognuno con un proprio «Landmark»: degustazioni ed eventi per Mantova Village (dove non mancheranno una dog photographer, per artistici ritratti canini ed esibizioni dal vivo di band musicali); esperienze gourmet e artigianato di alta gamma per Franciacorta Village (con, per i più piccoli, laboratori creativi e un bosco innevato che sembra uscito da una fiaba); piste di ghiaccio per pattinatori di tutte le età al Valdichiana  Village e al Puglia Village; allestimenti artistici al Palmanova Village, dove le decorazioni, tra multicolor sfere king size specchianti e alberi di Natale rivisitati in chiave contemporanea, riecheggiano i colorati graffiti che l’artista Geometric Bang ha realizzato sulle facciate del villaggio friulano.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anna Maria Farinato