Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Il mondo che (r)esiste

Al Centre Pompidou le opere manifesto di artisti in prima linea

«Rédemption» (2012-14), di Barthélémy Toguo. © ADAGP, Paris, 2020

Il Centre Pompidou riapre le porte il primo luglio dopo la crisi sanitaria con la mostra «Global(e) Resistance» che allestisce, fino a gennaio, un centinaio di opere acquisite negli ultimi anni per le collezioni del Musée national d’art moderne. Sono presentati su più piani i lavori di una sessantina di artisti, soprattutto originari del «sud» del mondo (America Latina, Africa, Medio Oriente, Sud-est asiatico), tra cui Khalil Rabah, Firenze Lai, Latoya Ruby Frazier, Barthélémy Toguo, Malala Andrialavidrazana o ancora Billie Zangewa.

Il tema è dunque la contestazione e più in generale la resistenza, che passa per la politica e per l’arte: «Le problematiche affrontate scaturiscono dalla storia dei tempi recenti, segnati dallo sviluppo delle paure globali, legate alle guerre, alle nuove forme di conflitti commerciali e cyber tecnologici o alle catastrofi ecologiche», ha spiegato Christine Macel, conservatrice al Centre Pompidou e responsabile del Servizio Creazione contemporanea del museo, istituito nel 2000 per scoprire giovani talenti. Già in programma prima della crisi del Covid-19, la mostra del Centre Pompidou acquisisce ora una dimensione ancora più attuale e profonda.

Il percorso si apre con le «opere manifesto» di Khalil Rabah sulla crisi palestinese, di Teresa Margolles sulla situazione alla frontiera messicana, e di Nadia Kaabi-Linke sul dramma delle migrazioni. La lotta ambientalista è presente nell’opera di Renée Green, mentre i lavori di Kiluanji Kia Henda e Abdoulaye Konaté esprimono ansie e fervori della decolonizzazione. Il film «The Couple in the Cage» (1993) di Coco Fusco e Guillermo Gómez-Peña riflette sui residui di colonialismo che persistono nella società contemporanea. Per la prima volta il museo espone la monumentale opera «Rédemption» (2012-14) del camerunense Barthélémy Toguo, sul tema dell’incontro tra Nord e Sud.

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 409, luglio 2020



GDA Abbonamenti 2020





GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia-Romagna

GDA409 Vedere nelle Marche

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012