Il mecenatismo culturale del gruppo Doğuş

L'archivio di Ara Guler in fase di organizzazione, foto di Giuseppe Mancini
Giuseppe Mancini |

Quasi a riprodurre la poliedricità nelle scelte imprenditoriali del gruppo, anche nel solo settore culturale gli interventi sono fortemente diversificati: l'organizzazione del Festival musicale di Bodrum giunto quest'anno alla tredicesima edizione, il coinvolgimento nella candidatura all'Unesco e nel piano di gestione del sito archeologico di Göbeklitepe, la creazione dell'archivio e museo dedicato al celebre fotografo Ara Güler, la realizzazione della piattaforma per la diffusione dell'arte contemporanea “Sanata Bi Yer” (“Uno spazio per l'arte”), l'inclusione di un polo sempre per l'arte contemporanea – musei con l'Instanbul Modern ricostruito da Renzo Piano, gallerie, spazi all'aperto per installazioni – nel rinnovato e ripensato porto crocieristico che sta nascendo in riva al Bosforo (Galataport).

Göbeklitepe all'Unesco
Göbeklitepe è sicuramente il progetto di massima visibilità e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giuseppe Mancini
Altri articoli in IMPRESE