Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Restauro

Il Louvre avvia il restauro dell’Arco di Trionfo del Carrousel

Costerà 5 milioni di euro, per riunirli il museo ha lanciato una campagna di crowfunding

L'Arco di Trionfo del Carrousel a Parigi. Musée du Louvre Foto: Olivier Ouadah

Parigi. Il Louvre avvia il restauro dell’Arco di Trionfo del Carrousel. Il monumento, che si trova all’ingresso dei giardini delle Tuileries, ai piedi del museo, fu fatto costruire tra il 1806 e il 1808 da Napoleone in omaggio alla Grande Armée uscita vittoriosa dalla battaglia di Austerlitz del 1805. Agli architetti Pierre Fontaine e Charles Percier Bonaparte chiese di ispirarsi agli archi di Costantino e Settimio Severo della Roma antica, con tre arcate, colonne corinzie e bassorilievi in marmo. In cima fece installare la quadriga in bronzo di piazza San Marco che aveva trafugato durante la campagna d’Italia (poi restituita a Venezia durante la Restaurazione e sostituita da una copia).

«Il monumento è invecchiato male. Fu costruito in fretta, con colonne di recupero di bassa qualità. Furono impiegate diverse tecniche di scultura e diversi metalli e una tale diversità di materiali è sinonimo di difficoltà di conservazione», ha osservato Michel Goutal, l’architetto dei Monuments Historiques responsabile del restauro. L’umidità ha intaccato i cavalli di bronzo della quadriga. Le graffe di metallo che fissano i bassorilievi dovranno essere sostituite. Anche molti marmi sono in cattivo stato. «A mano a mano che si andrà avanti con i lavori, ha spiegato Goutal, i membri del comitato scientifico decideranno quali elementi originali saranno messi in deposito e sostituiti da copie».

Di sicuro bisognerà rimuovere le quattro statue di soldati che danno sui giardini, «mangiate» dal vento e dalla polvere. Le loro copie saranno realizzate a partire dai modelli originali. Il restauro costerà 5 milioni di euro. Per riunirli il museo farà appello soprattutto a mecenati privati. Il 9 ottobre ha anche lanciato una nuova campagna di crowdfunding on line «Tous mécènes!» per raccogliere almeno 1 milione di euro entro il 31 gennaio. Questo sistema di raccolta fondi, adottato per la prima volta nel 2010 per l’acquisto delle «Tre grazie» di Cranach, è diventato molto popolare. L’anno scorso 8.500 donatori hanno aiutato il Louvre ad acquistare il Libro d'Ore di Francesco I, raccogliendo 1,4 milioni di euro.

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 392, dicembre 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012