Il femminismo è poetico e performativo

Chiara Coronelli |  | Merano

«Francesca Woodman & Birgit Jürgenssen» è la doppia personale inaugurata al Merano Arte (fino al 20 settembre). Nata in collaborazione con la Collezione Verbund di Vienna e curata da Gabriele Schor, porta nel vivo del «femminismo poetico-performativo» degli anni Settanta, di cui le due artiste sono state voci rilevanti.

Entrambe mancate improvvisamente (la Woodman si toglie la vita nel 1981 a 22 anni, e la Jürgenssen scompare a 54 nel 2003) nelle loro opere si ritrovano molti tratti comuni, primo tra tutti la centralità del corpo nella messa in scena di una ricerca identitaria, espressa nei toni di una sperimentazione quasi surrealista che punta alla ridefinizione dell’immagine femminile.

Della Woodman sono in mostra 75 stampe in bianco e nero, di cui una ventina di vintage mai viste in Italia, oltre a una serie di diapositive a colori e a un video. L’artista americana posa nel proprio studio, si riprende
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Chiara Coronelli