Il favoloso Pierre Bergé non ha visto i musei del suo compagno

Luana De Micco |  | Parigi

Lo scorso mese di giugno, Pierre Bergé aveva riunito la stampa internazionale per annunciare l’apertura dei due musei dedicati allo stilista Yves Saint Laurent, di Parigi e di Marrakech. L’8 settembre, ad appena qualche settimana dalla loro apertura, il 3 ottobre a Parigi e il 19 a Marrakech, Bergé è morto nella sua casa di Saint-Rémy-de-Provence, nel Sud della Francia.

Aveva 86 anni ed era da tempo malato di miopatia. «Favoloso mecenate, filantropo, insaziabile esteta, geniale imprenditore, uomo di cultura appassionato, Pierre Bergé era questo e altro ancora», lo ha ricordato Jack Lang, l’ex ministro francese della Cultura che è stato una delle prime personalità a reagire all’annuncio della scomparsa. Bergé, compagno di vita dello stilista scomparso nel 2008, nel 1961 fondò con lui la famosa maison di moda di avenue Marceau, che diresse per quarant’anni. Nel 2001 gli era stato attribuito il titolo di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Luana De Micco