Il Deutsche Börse Prize va a Susan Meiselas

Una selezione del lavoro dei finalisti allestita nella sede della fondazione

«Kurdistan, Northern Iraq, 1991», di Susan Meiselas
Chiara Coronelli |  | Francoforte

Va all’americana Susan Meiselas l’edizione 2019 del Deutsche Börse Photography Foundation Prize, tra i più attesi contest dedicati alla fotografia contemporanea. La giuria di Sunil Gupta, Diane Dufour, Felix Hoffmann, Anne-Marie Beckmann e Brett Rogers, (direttrice della Photographers’ Gallery di Londra) ha indicato «Mediations», la retrospettiva che lo Jeu de Paume ha dedicato lo scorso anno alla reporter di Magnum, come il contributo più incisivo dato alla fotografia nel 2018, spiegando come «il suo investimento personale nelle storie e nelle comunità che racconta abbia scavato una nuova e importante forma di fotografia socialmente impegnata».

Finalisti insieme a lei, la spagnola Laia Abril con il libro «On Abortion», sul permanere dell’aborto clandestino nel mondo; il tedesco Arwed Messmer per la mostra «RAF. No Evidence», ricostruzione della traiettoria dell’organizzazione di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Chiara Coronelli
Altri articoli in MOSTRE