Il centro è ai margini

Laura Lombardi |  | Firenze

Nomade attraverso materiali e media espressivi, tra arte, musica, scrittura, cinematografia (fin da «Senilix» del 1968), Renato Ranaldi (Firenze, 1941) presenta alla galleria Il Ponte dal 19 novembre al 30 dicembre «Scioperíi».

Sono caratteri presenti già negli «Angolari» (1973-74) collocati al piano interrato della galleria, dove, attraverso l’accostamento di due tele a creare una quinta teatrale, gli oggetti inventano una spazialità inedita, che sfugge al supporto pittorico. Il titolo della mostra è però dato da lavori recenti, disegni a china su carta, il cui titolo è tratto dal nome che si dà a quei disimpegni grafici (come sono definiti in un manuale di restauro) posti a margine di codici e di scritti notarili. Sono creazioni, spiega l’autore,  generate dalla «frequentazione delle regioni dubbie, rischiose, del mio cervello, trappole alle quali non so sottrarmi».

La fuga dalla
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Laura Lombardi