I mosaici serviti nell’hotel

Inaugurato ad Antakya un museo-hotel di lusso con i resti di ville romane e spettacolari mosaici di Antiochia sull’Oronte, già provincia siriana

I resti dell'impianto termale inglobati nella corte del museo-hotel di Antakya
Giuseppe Mancini |  | Antakya

È un edificio unico al mondo. Al piano terra è un museo nazionale, con resti di ville romane risalenti al II, IV e V secolo d.C., e oltre mille metri quadrati di pregevoli mosaici in situ, geometrici e figurativi; nei tre piani superiori, le stanze e le strutture di un hotel a 5 stelle. Il museo-hotel che si inaugura a luglio, «dove la storia incontra il lusso», recita il loro slogan, è ad Antakya in Turchia, nei pressi della costa mediterranea a ridosso del confine con la Siria: l’Antiochia sull’Oronte fondata in epoca ellenistica sull’antica via della Seta, che nella fase romana divenne prospera e sfarzosa come capitale della provincia di Siria (nel I secolo la terza più popolosa dell’impero dopo Roma e Alessandria, con mezzo milione di abitanti).

Al di là di qualche tratto di mura e di acquedotto, tutti i monumenti più prestigiosi dell’Antiochia romana, palazzi, teatri, terme, templi, un
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giuseppe Mancini
Altri articoli in ARCHEOLOGIA