I fattori di instabilità politica e fiscale che possono ripercuotersi sul mercato

Le previsioni mondiali per il 2018

La coloratissima installazione del collettivo danese SUPERFLEX nella Turbine Hall della Tate Modern a Londra
Georgina Adam |

L’anno che si è concluso è stato segnato da turbolenze politiche e da instabilità e sembra che queste condizioni permarranno nel 2018. Non è una cosa irrilevante per il mercato dell’arte che, come tutti i mercati, non ama l’imprevedibilità. Se la politica estera degli Stati Uniti e l’atteggiamento di Trump nei confronti di Corea del Nord e Cina sono imprevedibili, la probabilità di un conflitto sembra remota. Tuttavia, un nuovo elemento di instabilità è costituito dalla «scalata al potere» o «purga anticorruzione», chiamatela come volete, in Arabia Saudita da parte del giovane principe Mohammed bin Salman Al-Saud, «MbS». Questa potrebbe avere un pesante impatto in una regione già di per sé instabile.

Mi aspetto che la retorica e le schermaglie tra Stati Uniti e Corea del Nord continueranno, ma niente di peggio. I conflitti armati nel Medio Oriente, invece, potrebbero avere conseguenze
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Georgina Adam