Ho mostre per cent’anni

Olga Scotto di Vettimo |  | Napoli

Peppe Morra, storico mecenate e collezionista (che non ha mai voluto essere definito gallerista), apre una nuova sede per ospitare le duemila opere della sua raccolta d’arte contemporanea

All’interno del settecentesco Palazzo Cassano Ayerbo D’Aragona, situato nel quartiere Avvocata a Napoli, si è inaugurata, in salita San Raffaele,  Casa Morra, il nuovo progetto di Giuseppe «Peppe» Morra, ambizioso per proposta, numeri e intenti. Innanzitutto lo spazio museale si sviluppa all’interno di un complesso di 4.200 mq che, ristrutturati per fasi dall’architetto Massimo Pica Ciamarra, accoglierà l’ampia collezione Morra. Formatosi sulle letture di Marx, Nietzsche, Bakunin e poi  Max Stirner,  il mecenate e collezionista napoletano (ha sempre detestato essere definito gallerista) ha individuato sin da giovanissimo nell’arte il campo d’azione in cui esprimere la propria libertà
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo