Greenaway si dà al Lotto

Il regista britannico firmerà una doppia installazione a Recanati per l’«Annunciazione» del pittore veneto. L’intervento si inserisce in un progetto pubblico-privato per rinnovare i musei cittadini

Lorenzo Lotto, «L’Annunciazione»,Recanati,  Musei Civici Villa Colloredo Mels. Foto: Sistema Museo
Stefano Miliani |

Recanati (Macerata). Peter Greenaway si misurerà con uno dei dipinti più noti di Lorenzo Lotto, «L’Annunciazione», creando un’installazione multimediale permanente a Recanati. Regista avvezzo a frequentare cose d’arte, a partire dal film capolavoro sul vedere e sul mestiere dell’artista come «I giardini di Compton House» alla presenza al Padiglione Italia della Biennale 2015 fino alla rilettura della «Ronda di notte» di Rembrandt, l’autore britannico firmerà un doppio intervento, nella sala del dipinto e in quella antistante, nel Museo Civico a Villa Colloredo Mels: sarà pronto nel 2018.

Un progetto lungo nove anni
L’intervento intorno al quadro del 1527-29 si inquadra nel programma Infinito Recanati approntato dal Comune e dalla società Sistema Museo, che lo ha ideato e realizzato e opera in varie regioni, Marche e Umbria in testa. Definito «progetto di finanza», il piano si distende
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Peter Greenaway. La foto è tratta dal sito ufficiale http://petergreenaway.org.uk/ Lo scalone di Villa Colloredo Mels. Foto: Sistema Museo Musei Civici Villa Colloredo Mels. Foto: Sistema Museo
Altri articoli di Stefano Miliani