Gli amboni istoriati in Toscana, un convegno in cinque città

Pisa, ambone del Battistero di Nicola Pisano, foto Antonio Quattrone
Laura Lombardi |

Barga (Lu), Pisa, Pistoia, Siena e Firenze. Come mai in Toscana, tra i secoli XII e XIV, i pergami (amboni) usati per la proclamazione della parola divina divennero luoghi di visualizzazione scultorea? E quali rapporti abbia una simile innovazione con la spiritualità del tempo, e in particolar modo con san Francesco, con la predicazione e con le prime manifestazioni europee del teatro popolare?

Questi saranno i temi affrontati dal convegno internazionale sugli amboni istoriati in Toscana, «E la Parola si fece bellezza», che prende il via da Barga (Lucca), e si svolgerà in cinque città toscane: oltre a Barga (Duomo, 19 maggio), Pisa (Auditorium G. Toniolo, piazza Arcivescovado, 20 maggio), Pistoia (Sala sinodale dell’ex Palazzo dei Vescovi, Piazza del Duomo, 21 maggio), Siena (piazza del Duomo, 27 maggio) e Firenze ( Centro di Arte e Cultura, Opera di Santa Maria del Fiore, 28 maggio).

Promosso
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Barga, ambone del Duomo di Guido da Como, foto Antonio Quattrone Pistoia, chiesa di san Giovanni Forcivitas, foto Antonio Quattrone
Altri articoli di Laura Lombardi