Giardini «produttivi» alle falde dell’Etna

Il primo evento internazionale dedicato al garden design e all’architettura del paesaggio del Mediterraneo

«Layers», di Andy Sturgeon. Foto: Alfio Garozzo
Giusi Diana |  | Giarre (Ct)

In occasione della seconda edizione di Radicepura Garden Festival (fino al 27 ottobre), il primo evento internazionale dedicato al garden design e all’architettura del paesaggio del Mediterraneo, promosso dalla Fondazione Radicepura, architetti paesaggisti e artisti di fama internazionale danno vita a uno spettacolare percorso «verde» all’interno del parco botanico del più grande vivaio di piante mediterranee d’Europa, «Piante Faro» di Venerando, Mario e Michele Faro, che raccoglie 800 specie e oltre 5mila varietà, estendendosi su una superficie di 600 ettari alle pendici dell’Etna.

Il tema di questa edizione del Festival è «I giardini produttivi», affrontato con due nuovi giardini di oltre 300 metri quadrati progettati dai paesaggisti Antonio Perazzi e Andy Sturgeon: «Home ground» e «Layers», mentre altri 10 giardini di 50 metri quadrati sono il frutto di un bando internazionale che ha
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giusi Diana
Altri articoli in ARGOMENTI