Genova attinge da riviste e Tv

Anna Costantini |  | Genova

Si è concluso nel giorno stesso dell’insediamento del nuovo sindaco della città, Marco Bucci (centrodestra), l’iter burocratico del bando voluto dalla precedente amministrazione (centrosinistra) per il nuovo curatore del Museo d’arte contemporanea Villa Croce. La commissione di esperti, chiamata a giudicare i curricula e i progetti di 54 partecipanti (composta da Edoardo Bonaspetti, Anna D’Amelio, Giacinto Di Pietrantonio e Andrea Viliani), ha scelto Carlo Antonelli, 52 anni, laureato in giurisprudenza, un passato nella casa discografica Sugar di Caterina Caselli, poi direttore delle edizioni italiane delle riviste «Rolling Stone» e «Wired» e di «GQ», infine produttore cinematografico del film di Luca Guadagnino del 2009, «Io sono l’amore».

Il suo programma per il museo prevede la collaborazione curatoriale di Anna Daneri, 51 anni, tra i fondatori dello spazio indipendente milanese Peep
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anna Costantini