ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Gallerie

Gallerie non stop | L'Attico

Le voci dei galleristi nel coprifuoco da coronavirus: Fabio Sargentini

Fabio Sargentini con alle spalle il sipario dipinto da Pizzi Cannella per l'opera teatrale «Doppio Shakespeare» presso la Galleria L'Attico, 2007

«Io soffro molto l’inazione, sono un uomo d’azione. Ora, la mostra che ospitavo, “Doppio Diario”, con opere di Pascali, Leoncillo, Pizzi Cannella e Mafai, è congelata. Sta ferma lì. E anche il teatro interno alla galleria, è congelato. Avevamo programmato per fine aprile lo spettacolo “Frenata sul Lungotevere”, scritto da me ed Elsa Agalbato, con cui condivido anche la regia. La scena è ambientata il giorno precedente l’attentato alle Torri gemelle di New York, e lo svolgimento è incentrato sulle premonizioni di questo dramma (tra cui una colomba investita).

Forse era destino che andasse così. Ora mi chiedo se sarà ancora valido alla ripresa quanto scritto da me ed Elsa, se i contenuti funzioneranno ancora. All’indomani delle Torri gemelle realizzai la mostra “Al termine della notte”, con opere di Burri, Fontana, Leoncillo, opere impostate sul nero, che avevano però all’interno elementi bianchi: era la luce che risorgeva. Farò così anche quando tornerà la luce questa volta? Chissà».

a cura di Guglielmo Gigliotti

Fabio Sargentini, da Il Giornale dell'Arte numero , aprile 2020

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012