Franceschini: «Oltre un miliardo per la cultura»

Le misure varate a marzo dal governo

Dario Franceschini
Redazione |  | Roma

«Il decreto legge Sostegni, varato il 19 marzo dal Consiglio dei Ministri, contiene importanti misure per il mondo della cultura, che aggiungono oltre un miliardo di euro alle risorse finora stanziate, ha dichiarato il ministro della Cultura Dario Franceschini. Spettacolo, cinema e musei sono in grande sofferenza per la perdurante chiusura imposta dalle misure di contenimento del contagio e meritano ogni sostegno, perché esprimono parte notevole della nostra identità».

Grazie a oltre 200 milioni di euro, un’indennità straordinaria di 2.400 euro andrà ai lavoratori dello spettacolo, allargando la platea di beneficiari precedentemente prevista. Oltre ad artisti e maestranze con almeno 7 giornate lavorative e un reddito inferiore ai 35mila euro, saranno interessati anche coloro che, con almeno 30 giornate lavorative, abbiano un reddito inferiore ai 75mila euro, a differenza delle precedenti erogazioni in cui il reddito massimo ammesso a contributo non doveva superare i 50mila euro.

400 milioni di euro andranno ad alimentare i fondi di emergenza esistenti, così ripartiti: 80 milioni di euro ai musei statali, 200 milioni al fondo di parte corrente per il cinema e lo spettacolo e 120 milioni al fondo per il sostegno delle imprese e delle istituzioni culturali. Prorogata al 31 dicembre la sospensione delle procedure autorizzative da parte delle Soprintendenze per i dehors (tavolini di bar, caffetterie e attività di ristorazione).

A queste misure si aggiunge una quota degli 11 miliardi di euro stanziati in favore delle partite Iva, destinata a operatori e lavoratori autonomi del settore, e la proroga della cassa integrazione per i lavoratori dipendenti del settore culturale e dello spettacolo. Oltre un miliardo di euro complessivamente destinati al mondo della cultura.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione