Fotorilievi in vetroresina e sculture vegetali

Silvano Manganaro |  | Roma

Ethan Cook, classe 1983, nato in Texas ma residente a New York, per la sua prima personale presso la sede romana della galleria T293 (fino al 17 luglio) espone cinque rilievi in vetroresina e una serie di sculture di arte topiaria (la potatura attraverso la quale si conferiscono forme geometriche ai vegetali) con il proposito di esplorare la relazione tra l’oggetto e la sua immagine, come anche tra un’idea e la sua rappresentazione formale.

Definito, per i suoi quadri astratti, un «pittore senza pittura» (poiché quelle che sembrano campiture sono ottenute attraverso la cucitura di tele dai materiali e dai colori diversi), Cook si cimenta, in questa occasione, con il rilievo in vetroresina di immagini che provengono da fotografie scattate in De Beauvoir Crescent, la strada londinese che dà il titolo alla mostra. Le superfici, bianchissime e minimali, riducono il soggetto a pura forma: la luce, che nella
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Silvano Manganaro