Era l’ultimo assistente di Zeri

Stefano Luppi |

Il 2015 della Fondazione Federico Zeri, ente autonomo dell’Università di Bologna presieduto dal rettore dell’Alma Mater Ivano Dionigi, si prospetta denso di avvenimenti tra pubblicazioni di libri, presentazioni, corsi di formazione, seminari, aggiornamenti delle banche dati di fotografie e volumi appartenuti allo storico dell’arte scomparso nel 1998. Dopo 13 anni di gestione di Anna Ottani Cavina, il nuovo direttore dell’istituzione è ora Andrea
Bacchi (nella foto), professore dell’Università bolognese e ultimo assistente di Zeri. «Zeri, spiega Bacchi, ogni giorno dedicava ore e ore a studiare e riordinare fotografie. Il suo è stato un lavoro di archiviazione straordinario: ci ha consegnato un grande atlante dell’arte italiana che oggi continuiamo ad aggiornare. Ho conosciuto Zeri nel 1986, lavorando a una mostra delle sue sculture per il Poldi Pezzoli, poi con lui collaborai nel 1991 alla catalogazione
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi